Cerca nel sito

poliedro attivita

Registrazione Newsletter

Banner 2018 2019

 Calendario Incontri 2019-2020

Tutti gli incontri si svolgeranno presso la sede di Simmetria - In Via Grazioli Lante 13, Roma

 XX Anno accademico e XLIV dalla fondazione di Simmetria

 

16 Novembre 2019 - ore 18.30: I Simboli della Scienza sacra - Claudio Lanzi 

Il rito come simbolo, l’astrazione come sintesi, il numero e la geometria come archetipo. 

Dai miti arcaici a Guénon: millenni di astrazione, di geometria, di religiosità, di ritmi, di esoterismo, veicolati dalle forme simboliche

Il simbolismo geometrico precede e sintetizza concetti che sono ripresi da tutte le discipline umane così come quello matematico ne sviluppa l’aspetto numerico. La musica e il gesto, si integrano, proprio attraverso la geometria e il numero, con il grandioso archetipo che dà vita alle cosmogonie di ogni tradizione.

 

14 Dicembre 2019 - ore 18.30: Il mito di Andromeda nelle costellazioni– Luca Lamonaca

Di Andromeda (“Colei che signoreggia gli uomini”), in origine una dea arcaica forse erotica e sensuale, opposta ad Afrodite che solo in seguito assunse la duplice funzione di Afrodite Pandemia e di Afrodite Urania, conosciamo solo il mito di Andromeda e Perseo, della sua offerta in sacrificio e della liberazione ad opera dell’eroe, perché ben poco ci è arrivato nei miti della Grecia.

Però nelle costellazioni, i cui nomi erano già conosciuti nel mondo greco almeno dal IV sec. a. C. ma la cui prima origine è ben più antica, tutti i personaggi del mito danno il nome a raggruppamenti stellari e questo sembra consentire la lettura del firmamento celeste in chiave sapienziale secondo la parola di Ermete Trismegisto “Ciò che è in alto è come ciò che è in basso”.    

 

18 Gennaio 2020 - ore 18.30: Da Pilato a Dostoevskij. Quid est veritas? – Livia Mancini

Il dubbio e la scelta tra libero arbitrio, rifiuto e verità.

Si proveranno ad esplorare attraverso alcuni orizzonti letterari, da Pilato a Dostoevskij, passando per Melville, le tematiche umane che si celano nel pensiero e nella ricerca della Verità.

Il dubbio, la scelta, il libero arbitrio, il rifiuto. La giustizia, la salvezza o la resa ineluttabile alla natura umana o ad una volontà divina che non scorgiamo più. Tra res gestae e res cogitatae, la letteratura come trama dell’essere e dell’esistere, in un sottosuolo di immagini e di memorie ancestrali.

 

15 Febbraio 2020 - ore 18.30: Il potere delle Acque: dal mito egiziano e dalla religione romana all’Alchimia - Paolo Galiano 

L’Acqua come principio generatore e potenza di potenza: dal Nu egiziano all’Apsu babilonese.

Le Acque a Roma, sacre a Nettuno, Dio delle acque dolci sorgive (e non marine, successiva confusione con il greco Poseidon), alle sue paredre Venilia e Salacia e al figlio Fons. Un possibile “mito dell’acqua e del fuoco” nella storia di Tarquinio Prisco: la vittoria sui Sabini sull’Aniene.

Il tempio sotterraneo di via Livenza a Roma.

Il potere risanatore e distruttivo delle Acque diviene con l’Alchimia il potere delle Acque alchemiche distillate dalla Materia prima dell’Opera; acque medicinali per la trasmutazione dei metalli “malati”, per la rigenerazione integrale dell’uomo, per la guarigione fisica dei corpi.

 

14 Marzo 2020 - ore 18.30: La caccia sciamanica: Il pasto sacro degli "altri" - Antonio Bonifacio.

Preparazione, uccisione, consumazione e resurrezione delle prede presso i popoli artici.

Il pasto cultuale nella civiltà sciamanica, che dal Paleolitico attraverso miti e personaggi della Grecia arcaica e del mondo romano giunge ai cicli poetici del Graal e all’epica del Kalevala finlandese e del Kalevipoeg estone. Le pratiche dello sciamanesimo per quanto concerne il pasto rituale sono ben conosciute e da esse emerge una specifica relazione tra l’uomo e l’orso, in cui l’orso è considerato un essere divino e il “doppio” dell’uomo, per cui cibarsi della sua carne e bere il suo sangue, secondo il rituale in uso presso gli Ainu, costituisce una vera teofagia.

 

4 Aprile 2020 - ore 18.30: L’Ermetismo e la Tradizione alchemica nelle porcellane dipinte di Anna Maria Partini. Intervista alla Prof.ssa Partini.

La pubblicazione del libro sulle porcellane dipinte presentato alla Biblioteca Angelica ha appena schiuso la porta sugli studi e le ricerche di questa grande studiosa romana. In questo incontro cercheremo di chiederle come il passaggio attraverso l’arte, i colori, l’argilla e i metalli primari sia stato complementare allo studio e alla ricerca spirituale.

 

18 Aprile 2020 - ore 18.30: L’Egitto, l’Oriente e la Tradizione primordiale - Massimo Marra. 

La prisca theologia e la sapienza pitagorica. 

L’idea di unità trascendente delle religioni nasce solo alle soglie della modernità, contemporaneamente all’affermarsi dell’idea di una philosophia perennis, una sapienza gnostica originaria che si configura, fin dal suo apparire, come trasversalmente diffusa nel lascito degli antichi saggi, di qualunque religione e filosofia. L’idea di una Tradizione primordiale, a partire da radici rinascimentali, si delinea e si sviluppa lungo tutta l’età moderna fino a costituire la base dell’eclettismo esoteristico massonico, traghettandosi nella speculazione teosofico-occultistica attraverso autori come Court de Gébelin e Fabre d’Olivet. L’ultima formulazione, e, probabilmente, la più largamente diffusa attualmente, è quella perennialista – o tradizionalista – così come traspare dalle opere di René Guénon e degl autori che lo hanno seguito.

——————————————————————————————————-

  • Tessera di iscrizione per ogni singolo evento: € 15.
  • Tessera Socio ordinario: € 130
  • Tessera Socio sostenitore: € 200
  • Under 25 accesso gratuito agli eventi

Tutti gli incontri si svolgeranno presso la sede di Simmetria - In Via Grazioli Lante 13
Gli incontri avranno inizio alle ore 18.30