Il Golem (di Wegen e Boese- 1920) - proiezione e commento musicale di Adriano Lanzi

Domenica 24 Gennaio Simmetria ha ospitato per la prima volta la proiezione di un film (Il Golem) con un accompagnamento musicale dal vivo di Adriano Lanzi (strumentazione elettronica, nastri e chitarra elettrica)

Per molti dei soci, che non avevano mai assistito ad un’opera del genere, è stata una piacevole sorpresa. Al contenuto simbolico del film, parzialmente tratto dai lavori di Mayrink, si è aggiunta una musica efficacissima, solo in parte preregistrata, suddivisa per sezioni singole e “ricomposta” e rielaborata dal vivo. Un’opera impegnativa e faticosa per l’autore in quanto si trova da solo, per 90 minuti consecutivi e senza pause, a gestire il rapporto fra immagini e suoni, intervenendo creativamente in modo tale che nessuna esecuzione sarà mai identica ad un'altra.

L’effetto è stato particolarmente coinvolgente, ed ha avuto il merito di “spiegare”, attraverso la musica, dei contenuti emotivi e filosofici che l’asciuttezza e oggi  per noi “l’ingenuità” della scenografia del muto, renderebbero difficilmente recepibili o tenderebbero a sfuggire (proprio perché abituati all’impatto grossolano e consumistico degli “effetti speciali”.

E’ stata una vera e propria opera di “estrazione” dei contenuti simbolici e delle emozioni, che si riversano sulla psiche durante lo svolgersi del racconto, proprio a seguito della rivelazione istintiva di tali contenuti… sulle ali del suono.

Un lavoro ottimo che ci auguriamo di ripetere con antichi film, di analoga portata simbolica e di ugualmente efficace simbologia.

Una brevissima presentazione di C. Lanzi e un breve commento di F. Ridolfi, hanno preceduto la proiezione ed il concerto, ricordando le molteplici radici del mito del Golem e la sua importanza nella tradizione kabalistica ed ermetica. (v. i nostri riferimenti sul sito). 

 

 

Fai il LOGIN o REGISTRATI per inserire commenti